Stress da rientro

come affrontarlo senza farsi prendere dal panico.

“Lo stress è il cestino della vita moderna, 
tutti noi generiamo scorie, 
ma se non le smaltiamo correttamente, 
si accumulano e superano la nostra vita.”

(Anonimo)

Ci siamo, le vacanze ormai sono finite. Sono un lontano ricordo, il profumo del mare sembra di nuovo così lontano. Tutto torna alla normalità, lavoro, scuola, sport, appuntamenti, incontri scuola-famiglia, il catechismo dei bambini, devono andare a calcio, a danza, in piscina.. 
La baby-sitter non c’è, è il compleanno dell’amichetto del figlio, la riunione con il capo, la spesa, la lavanderia…
Si, le vacanze sono ormai lontane, e ancora di più ci si frustra se si pensa che per le prossime dovranno passare circa 12 mesi. 12 mesi.. 
Un anno alle prossime vacanze!!
Chi non ha avuto questi pensieri? Chi non ha pensato perché già sono finite? Chi non ha desiderato che le vacanze non finissero?
E invece, come ogni cosa bella, anche le vacanze hanno una fine. Una fine che determina un nuovo inizio, che significa il ritorno alla normalità, alla quotidianità. Le vacanze sono finite e tutto torna alla normalità, siamo a settembre, ormai tutto è ripartito e allora diventiamo nostalgici per quelle vacanze che torneranno tra un anno. 
Ovviamente, se si riparte con questo spirito, l’anno lavorativo sarà molto duro. Se ricominciamo già con l’idea di andare in vacanza, l’anno lavorativo appena iniziato sembrerà interminabile. Ma è normale essere un po’ nostalgici per l’estate che sta terminando, e per le vacanze che ormai sono finite. Se anche voi avete voi vi siete posti mille domande, sul perché le vacanze sono terminate. Se vi siete sentiti stanchi e affaticati all’idea di rientrare al lavoro e ricominciare con le normali attività quotidiane, probabilmente si è solo vittime dello stress da rientro. 
Ma tranquilli sono in molti ad essere vittime dello stress da rientro. 
Si non siete soli, sono molte le persone che soffrono della sindrome da stress da rientro, lo si sente spesso ma quali sono i sintomi?

Sintomi

Lo stress da rientro non è una vera e propria patologia, ma possono presentarsi delle difficoltà, sotto forma di sintomi psicologici e anche fisici. 
Può presentarsi stanchezza o debolezza, modificazioni dell’appetito, disturbi gastrici, come bruciori o difficoltà digestive, nervosismo, problemi intestinali, noia, senso di insoddisfazione, ansia o eccessiva preoccupazione, disturbi del sonno, tristezza, difficoltà nel ricominciare i compiti quotidiani e di concentrazione, svogliatezza. 
Riconoscere questi sintomi può essere di grande aiuto, poiché se si riesce a capire che sono dovuti alle difficoltà del rientro, si tratta di sintomi passeggeri, e quindi è possibile trarre giovamento mettendo in atto alcune piccoli accorgimenti, che possono essere utili a superare questo momento.

Cosa si può fare?

Per “riprendersi” dal rientro dalle vacanze, e aiutare il corpo e la mente a ristabilire l’equilibrio, basta seguire delle semplici regole che possono aiutare a stare meglio.
Una delle cose da fare è riprendere gradualmente le attività di studio o lavoro, è molto utile rientrare qualche giorno prima di ricominciare la scuola o il lavoro, sarebbe utile evitare di gettarsi a capofitto sul lavoro o nello studio da un giorno all’altro, è fondamentale superare il momento del rientro in modo più tranquillo possibile. 
Un’altra cosa importante è cercare di mantenere il ritmo del sonno stabile. Durante le vacanze, ovviamente si è un po’ sballato, ma nel rientro si dovrebbe cercare di mantenerlo stabile. Potrebbe essere utile non utilizzare PC, tablet o cellulari prima di andare a dormire. 
Svolgere attività fisiche leggere e con regolarità, anche fare delle passeggiate all’aria aperta, poiché l’attività fisica aiuta a ridurre lo stress. Evitare di svolgerle alla sera. 
Cercare di passare del tempo all’aria aperta, godendo il più possibile delle ore di luce, in questo modo si aiuta tutto l’organismo ed il cervello ad adattarsi meglio e mantenere un buono tono dell’umore. 
Dedicarsi ad un hobby manuale, poiché le attività creative e manuali, possono aiutare a distrarsi e rilassarsi. 
Fare una lista di cose da fare, poiché può aiutare nell’organizzazione della quotidianità, poiché permette una migliore organizzazione al rientro, senza far sovrapporre tutti gli impegni e non dimenticare nulla
Un’altra cosa utile da fare, potrebbe essere il diario degli obbiettivi. Settembre è un po’ come se fosse un “secondo” capodanno, tutto ricomincia, per protrarsi fino all’estate prossima. Quindi si può stilare una lista degli obbiettivi che si vogliono raggiungere. In questo modo, si può riuscire a mettere ordine rispetto a quello che è più importante per noi raggiungere. Si stabiliscono obiettivi, professionali, di studio, personali. È importante anche stilare una lista dei desideri, che permetta di non perdere di vista quali sono le priorità. Poiché presi da le mille cose, si potrebbero perdere di vista i propri obiettivi. 
Un’altra cosa da tenere presente è cercare di vedere il lato positivo delle cose, magari scrivendoli su un foglio, ad esempio se si ha il pensiero che è sgradevole, scrivere anche le cose positive.
In ultimo si potrebbe pensare di fare meditazione o rilassamento. Si potrebbero utilizzare tecniche di meditazione, ma anche tecniche di rilassamento come la mindfulness, o come il training autogeno, che permettono di rilassarsi. Queste tecniche sono un vero toccasana per donare equilibrio a mente e corpo e permettere appunto il rilassamento. Si può pensare di svolgere questi esercizi di rilassamento, la sera prima di dormire, in modo da favorire il sonno.

Dott.ssa Tanita Nori
Psicologa Clinica e della Salute. 
CTP (Consulente Tecnico di Parte)
Specializzanda in Gestalt Therapy 

Sitografia

https://www.psicoterapiapersona.it/2016/08/31/stress-da-rientro-ecco-le-mosse-per-ripartire-al-meglio/ 
https://www.insiemeinfamiglia.com/salute-e-benessere/stress-da-rientro-omeopatia_psicologia/
https://psico.it/stress-da-rientro-come-affrontarlo/2019/08/
https://www.paginemediche.it/benessere/corpo-e-mente/stress-da-rientro-dalle-vacanze-come-sconfiggerlo-in-10-mosse
http://www.bolognatoday.it/salute/stress-rientro-vacanze-cosa-fare-psicologo.html 

Condividi questo articolo!